Castel Goffredo - Guida Turistica

CERCA ALBERGHI
Alberghi Castel Goffredo
Check-in
Check-out
Altra destinazione


.: CASTEL GOFFREDO
 Castel Goffredo è un comune di 9.832 abitanti della provincia di Mantova.
 Fondato urbanisticamente in epoca romana, in un territorio già abitato dall'età del bronzo e in epoca etrusca, Castel Goffredo è attualmente è un centro industriale di primaria importanza ed è considerato la "capitale mondiale della calza" per le sue innumerevoli industrie di calzetteria maschile e soprattutto femminile.
 Le cicliche crisi settoriali, verificatesi nel corso degli ultimi decenni, hanno spinto alcune industrie a diversificare la produzione, così originando comparti produttivi, ormai divenuti leader nazionali, nel settore degli indumenti intimi in microfibra ed in quello dei sistemi d'illuminazione architetturale e per lo spettacolo.
 Il territorio di Castel Goffredo è stato abitato fin dalla preistoria e vasti sono gli insediamenti dell'età del bronzo (1800-1200 a.C.).Importanti ceramiche, ora conservate presso il Museo Civico di Padova, indicano una presenza etrusca, mentre numerosi sono gli insediamenti di epoca romana e la stessa impronta urbanistica di Castel Goffredo è ascrivibile a questo periodo storico. Questa epoca è inoltre testimoniata da diverse epigrafi di cui alcune si possono far risalire alla famiglia di Publio Virgilio Marone, il grande poeta latino che, secondo il professor Nardoni dell'Università di Cassino, ebbe i natali nel territorio goffredese.
 custodito presso l'Oratorio di San Michele, è il più antico segno della presenza cristiana in questa comunità.
 In età carolingia Castel Goffredo appartiene alla contea di Brescia. Terra di confine tra il bresciano, alla cui diocesi apparteneva, e il mantovano, si dona spontaneamente al Comune di Mantova, e quindi ai Gonzaga, nel 1337. Dopo alterne vicende (dominazione viscontea, gonzaghesca, di nuovo viscontea, veneziana ed infine definitivamente gonzaghesca) nel 1515 Castel Goffredo diviene la capitale di un piccolo stato, comprendente anche Castiglione delle Siviere e Solferino, governato dal marchese Aloysio Gonzaga cui succedette il primogenito Alfonso. Questi, per ragioni legate alla successione del feudo, fu fatto assassinare, nel 1592, nella corte di Gambaredolo dal nipote Rodolfo, fratello di San Luigi, a sua volta vittima di una congiura popolare che portò alla sua uccisione sulla soglia della Prepositurale di Sant'Erasmo il 3 gennaio 1593.
 A seguito di questi avvenimenti, Castel Goffredo fu aggregata al Ducato di Mantova, con il quale passò sotto la dominazione austriaca nel 1707. Dal 1861 fece parte del Regno D'Italia, nato per merito delle guerre d'indipendenza combattute anche dal goffredese Giovanni Acerbi, Intendente generale della Spedizione dei Mille.